Come creare un brand da zero

Come creare un brand da zero

Come costruire un marchio online

Quando siamo passati dal lavorare in uno studio di design alla creazione del nostro studio, per quanto sia stato divertente ed emozionante, è stata una vera e propria lotta per ottenere il nostro branding: abbiamo dovuto imparare molto e abbiamo commesso anche qualche errore lungo il percorso.

Ma è proprio questo il punto: non ci aspettavamo di commettere errori. L’ironia della sorte è che, anche se lavoriamo da anni con i marchi e li costruiamo (grandi e piccoli), è molto più difficile farlo da soli. Dopo tutto, come designer, siete il vostro peggior critico.

Quello che non volete fare è creare una miriade di risorse che non hanno alcuna relazione con quello che potete o meno chiamare il vostro marchio. Per quanto questo sia ottimo per il processo creativo, concentra il vostro tempo prezioso e le vostre energie lontano dal vostro unico obiettivo (decidere il nome).

Quando decidete di dare un nome al vostro marchio, iniziate con una mappa di ciò che state facendo (o volete fare) e di ciò che volete che il marchio significhi per voi. In questa fase, nessuno conosce il vostro marchio e un errore facile da commettere è dare un nome al marchio in base ai pensieri degli altri.

Posso creare il mio marchio?

Il lavoro più importante che avete oggi è quello di essere il presidente del vostro marchio. La grande notizia è che con la tecnologia di oggi chiunque può creare il proprio marchio. Ci vogliono dedizione, costanza e lavoro, ma si può fare. Il personal branding è importante quando si tratta di commercializzare se stessi agli altri.

  Come affittare casa per brevi periodi

Quanto è difficile creare un marchio?

È difficile costruire un marchio forte nell’ambiente odierno. Il costruttore del marchio può essere inibito da pressioni e barriere sostanziali, sia interne che esterne. Esistono 8 diversi fattori che rendono difficile la costruzione di un marchio: Strategie di branding e relazioni di branding complesse.

Cosa rende un marchio di successo?

Avere una personalità distintiva e adatta al pubblico di riferimento. Essere coerente nella messaggistica e nel design, rafforzando la posizione, la promessa e la personalità in ogni punto di contatto. Dimostrare il valore che la vostra azienda fornisce al cliente e come viene creato.

Anche se non siete Nike o Disney, la vostra identità e il modo in cui vi presentate sono molto importanti per avere successo. I nostri marchi personali sono sotto i riflettori ogni giorno e tutti possono vederli online. State dando il meglio di voi? Forse è arrivato il momento di fare un po’ di personal branding.

Se non siete voi a fare branding, lo farà qualcun altro e il risultato potrebbe non essere così favorevole. Il branding vi mantiene aggiornati nel vostro settore, vi apre delle porte e crea un’impressione duratura sui clienti potenziali ed esistenti. Sviluppando il vostro marchio, avrete il controllo sulla percezione iniziale che le persone hanno di voi.

“Per cosa volete essere conosciuti? Il personal branding è il modo in cui ci definiamo nello spazio di lavoro, incorporando anche gli elementi personali che ci rendono ciò che siamo”, secondo Dawn Rasmussen, presidente della Pathfinder Writing and Career Services di Portland, Oregon.

Per esempio, se siete esperti di contabilità fiscale aziendale, probabilmente non è saggio presentarvi come esperti di finanza personale. Tuttavia, ricordate che le persone vogliono sentire parlare della vostra professionalità, ma vogliono anche capire la vostra personalità. Non abbiate paura di inserire la vostra personalità nella conversazione.

  Come capire se una persona ti sta pensando

Come creare un’immagine di marca

Sono domande che inevitabilmente emergono quando si inizia a pensare a come collegare i punti tra ciò che si vende e chi si cerca di raggiungere. Per iniziare, potete consultare la nostra guida su come avviare un’attività.

Non è possibile approcciare in modo efficace la creazione di un marchio senza essere coerenti e mantenere tale coerenza mentre si estende il marchio a ogni parte della propria attività. Il modo migliore per costruire un marchio inizia con lo stabilire l’aspetto di questa coerenza e la sensazione che si vuole evocare.

Valutando i punti di forza e di debolezza della concorrenza, potete iniziare a formulare il modo in cui dare un vantaggio alla vostra azienda. Scaricate il nostro modello gratuito di analisi della concorrenza e guadagnate un vantaggio sulla concorrenza.

Un’affermazione di posizionamento è costituita da una o due righe che definiscono la vostra posizione sul mercato. Non è necessariamente qualcosa da mettere sul sito web o sul biglietto da visita, ma serve solo a rispondere alle domande giuste sul vostro marchio e aiuta a creare la tagline del vostro marchio.

Come creare un marchio

Dopo qualche settimana e qualche mese di ripetizioni, finalmente si capisce che non è così facile costruire un marchio (o anche solo una piccola impresa). Cercare di costruire un marchio straordinario (o anche solo una piccola impresa, se è per questo) non è così facile, e nessuna quantità di video di Gary Vaynerchuck su Youtube può cambiare questo fatto (che viene chiarito da Gary Vaynerchuck nei suoi video su Youtube).

  Come modificare i dati dello spid

Conoscere il proprio pubblico, come scoprirete nella “Fase 5: Posizionamento del marchio”, va oltre i suoi dati demografici per guardare ai suoi dati psicografici e ai suoi modelli comportamentali. Quando si sa come si muovono, quali sono i loro gusti, le loro antipatie, i loro astio, le loro preoccupazioni comuni, si può identificare come vedono il mondo e cosa vorrebbero fare per migliorarlo.

A condizione che la leadership del marchio condivida questa visione del mondo, si può identificare uno scopo che lavori per quel mondo. Anche se il contributo è piccolo, l’intento è un interesse comune condiviso che serve a un bene più grande.

Quando il vostro marchio contribuisce, insieme al vostro pubblico, alla visione condivisa di un mondo migliore, si forma un legame emotivo. Questo scopo condiviso fa nascere la sensazione che “ci siamo dentro insieme e possiamo fare la differenza”.

Questo sito web utilizza cookies proprietari necessari per una corretta visualizzazione dello stesso. Cliccando sul pulsante Accetta, accetti che venga usata questa tecnologia e la elaborazione dei tuoi dati a tale scopo.   
Privacidad