Come togliere il rossore dei brufoli

Come togliere il rossore dei brufoli

Sbarazzarsi dell’acne

Con l’acne che colpisce l’85% dei giovani tra i 12 e i 24 anni e fino al 64% degli adulti a livello globale1, l’arrossamento da acne è un problema comune. Ma cos’è che fa sì che i brufoli e la pelle circostante diventino rosso vivo e arrabbiato durante un’epidemia? E perché questo rossore a volte rimane anche dopo la scomparsa della macchia?

In questa guida alla cura della pelle anti-acne, vi spiegheremo esattamente quali sono le cause del rossore da acne e i semplici accorgimenti che potete adottare per ridurlo al minimo. Che si tratti di camuffare un brufolo prima di una riunione o di cercare una soluzione duratura al rossore da acne, continuate a leggere. La vostra carnagione più serena vi aspetta!

Per andare alla radice dell’arrossamento cutaneo, dobbiamo iniziare a spiegare i due tipi principali di acne: non infiammatoria e infiammatoria.  I punti neri e i punti bianchi sono esempi del primo tipo, mentre papule, pustole, noduli e cisti sono tutti esempi di acne infiammatoria.

Nell’acne non infiammatoria, olio, batteri e cellule morte della pelle si combinano per formare un tappo all’interno di un follicolo pilifero. Si forma così un comedone, o poro ostruito. Questi comedoni possono essere chiusi, come nel caso dei comedoni bianchi, o aperti.

Come eliminare i brufoli durante la notte

Come se non bastasse, lo stress spesso peggiora il problema causando altri brufoli. Questo perché lo stress innesca il rilascio dell’ormone cortisolo nel corpo, che sovraattiva le ghiandole oleifere sotto la pelle per produrre più sebo.

  Come collegare amazon prime alla tv

I pori ostruiti generano batteri acneici che si nutrono dei detriti cellulari e del sebo raccolti al loro interno. La sovracrescita batterica assume la forma di un’infezione, che provoca una risposta infiammatoria nella zona interessata.

L’applicazione della temperatura fredda contribuisce a rallentare la circolazione del sangue nella zona interessata, restringendo i vasi sanguigni. Di conseguenza, l’infiammazione della pelle si attenua in una certa misura, rendendo il brufolo meno dolente, rosso e evidente.

La temperatura fredda e la caffeina del tè verde provocano la costrizione dei vasi sanguigni, riducendo il gonfiore e il rossore. Inoltre, il tè verde è ricco di tannini, antiossidanti che possono aiutare a calmare la pelle infiammata. (1)

L’olio di tea tree è un ingrediente essenziale per la cura della pelle, molto utilizzato per le pelli grasse e a tendenza acneica. Le sue proprietà antimicrobiche aiutano a uccidere i batteri che causano l’acne per curare l’infezione e alleviare i sintomi infiammatori, compreso l’arrossamento dei brufoli. (2)

Come eliminare i segni dei brufoli

È la sera prima di un grande evento e guarda un po’ chi ha deciso di presentarsi senza essere invitato e di imbucarsi alla festa: un grosso brufolo rosso. Ci siamo già passati tutti, vero? Non saprò mai perché i miei giorni di buona pelle non sembrano mai coincidere con gli eventi più importanti della mia vita, ma quello che so, avendoci passato, è come sbarazzarsi di un brufolo in un’ora (o, bene, il più velocemente possibile). E poiché ho passato più che abbastanza tempo della mia vita a cercare su Google tutti i modi possibili per sbarazzarsi dell’acne, ora condividerò questi consigli, qui di seguito, in modo che possiate stressarvi di meno e concentrarvi sul vostro evento imminente. E anche se, certo, non esiste un modo magico per eliminare un brufolo dal viso in meno di un minuto (sogni), esistono prodotti e trucchi che aiutano a combattere l’infiammazione e ad accelerare il processo di guarigione per rendere il brufolo molto meno evidente. Quindi smettete di stressarvi (il cortisolo peggiora solo la situazione) e seguite questi consigli approvati da un dermatologo per sbarazzarvi velocemente dei brufoli rossi e dei brufoli gonfi.

  Come si calcola il valore assoluto

Come eliminare i brufoli velocemente

Sono stata molto fortunata per quanto riguarda i brufoli. Ne ho scritto, ne ho avuti alcuni di tanto in tanto e ho consigliato prodotti per eliminarli, ma non ho mai sofferto dei frustranti problemi dell’acne adolescenziale o adulta. Detto questo, di recente qualcosa è cambiato. Forse perché ho da poco superato i 20 anni (non mi lamento, mi sento saggia), ma ora, ogni volta che mi viene l’acne, per quanto piccolo o insignificante sia il brufolo vero e proprio, rimane un segno rosso anche molto tempo dopo la sua scomparsa. È così fastidioso. Come è possibile che le cicatrici da acne e i problemi di decolorazione inizino ad affliggermi solo ora? Questi anni non dovrebbero essere privi di brufoli?

  Come capire se si ama una persona

Rouleau spiega che: “L’arrossamento può essere causato da un trauma alle cellule della pelle provocato dallo sfregamento aggressivo delle imperfezioni.  Il fatto di strofinare la pelle può lasciare un segno rosso dopo la comparsa dell’infezione, anche molto tempo dopo. Indipendentemente dal fatto che abbiate o meno picchiettato l’imperfezione (si spera di no), è comune che rimanga un segno rosso, scuro o violaceo che può persistere per settimane”. A dire il vero, sembra che stia spiegando la mia stessa situazione. A volte mi scaccolo (eek, scusate!) e a volte sono davvero brava a tenere le mani a posto.

Questo sito web utilizza cookies proprietari necessari per una corretta visualizzazione dello stesso. Cliccando sul pulsante Accetta, accetti che venga usata questa tecnologia e la elaborazione dei tuoi dati a tale scopo.   
Privacidad